19 novembre 2017

Un sabato mattina al Santa Rosa Bistrot


Negli ultimi mesi ho partecipato spesso alle uscite di Acquafirenze, un meraviglioso gruppo di acquarellisti e disegnatori che ogni settimana si riunisce per disegnare e dipingere dal vivo in città o nei dintorni.
Uno dei nostri luoghi di ritrovo preferiti è il piacevolissimo Santa Rosa Bistrot, sull'omonimo Lungarno, dove stando seduti ai tavoli all'aperto si possono ritrarre dettagli interessanti delle architetture e della natura circostante.

Questa è una bella casa che si vede svettare dagli alberi del suo giardino mentre in basso, si vedono le più modeste costruzioni del bistrot.
(acquerello su carta Fabriano 31x23 cm)

Recently I often took parto to the gatherings organized by Acquafirenze, a wonderful group of watercolorists and sketchers who meet every week to sketch and paint on location somewhere in the city or in the surroundings.
One of our favorite places is the lovely Santa Rosa Bistrot, on the namesake Lungarno, where you can portrait the interesting details of the surrounding architecture and nature while sitting at the outdoor tables.
This is a beautiful house that you can see coming out from the trees of its garden, while below you can see the more humble bistrot buildings.
(watercolor on Fabriano paper 12x9")

20 aprile 2017

Piazza San Firenze


Fra Palazzo Vecchio e il Bargello, si apre lo spazio di questa piazza, reso spettacolare dalla presenza del settecentesco Oratorio dei Filippini, fino a pochi anni fa sede del Tribunale di Firenze, oggi in attesa di una prossima futura destinazione.
Un luogo in fase di transizione: sarà forse per questa sua affascinante qualità che in un sabato dello scorso febbraio lo ho scelto per aprire la serie di acquerelli del mio carnet dedicato a nove piazze di Firenze. A seguire, presto, le altre otto.
(matita a olio e acquerello su carta Arches 31x20,5 cm)

Between Palazzo Vecchio and the Bargello, the space of this square opens, made spectacular by the presence of the eighteenth-century Oratorio dei Filippini, which was until a few years ago the seat of the Court of Florence, and today is waiting for a near future destination.

A place in transition: it is perhaps for this fascinating quality that on a Saturday of last February I chose it to open the series of watercolours of my carnet dedicated to nine squares of Florence. Next, soon, the other eight.

(oil pencil and watercolour on Arches paper, 12"x8")

06 novembre 2016

Piazza San Marco


La vita non scorre sempre continua, a volte fa dei salti. E dopo, anche i luoghi familiari non sembrano più gli stessi. Questa è piazza San Marco a Firenze, in un pomeriggio d'autunno che è un po' meno luminoso di come ricordavo fossero gli autunni, prima.

Life does not always flows continuously, sometimes it makes jumps. And then, even familiar places seem no longer the same. This is Piazza San Marco in Florence, in an autumn afternoon that is a little less bright than I remembered were the autumns, before.

25 gennaio 2016

Sketchcrawl n. 50 al Museo Marino Marini a Firenze

horse - sketch of artwork by Marino Marini
Knight - Sketch of artwork by Marino Marini
Nude - Sketch of artwork by Marino Marini
Sabato scorso, per lo sketchcrawl n. 50 mi sono incontrata con Antonio, Roberto e Tom al Museo Marino Marini nel centro di Firenze.
Nella tranquillità assoluta di un museo poco frequentato e quindi silenzioso (fatta eccezione per un piccolo gruppo di bambini della scuola materna con le loro maestre), abbiamo disegnato con piacere per tutta la mattina.
E' stata anche una bella occasione per apprezzare le opere di questo maestro toscano del Novecento, famoso soprattutto per le sue sculture di cavalli con cavalieri, ma del quale in questo museo ho potuto scoprire e ammirare anche le opere pittoriche, dai colori vivaci e dai tratti energici.
(Matita e acquerellii su taccuino per acquerelli Moleskine 13x21 cm)

Last Saturday, for the Worldwide Sketchcrawl no. 50 I met with Antonio, Roberto and Tom at the Marino Marini Museum in the center of Florence.
In the peacefulness of this museum, little known and so quiet (except for a small group of nursery school children with their teachers), we sketched with pleasure through all the morning.
It was also a good opportunity to appreciate the artworks of this Tuscan master of the twentieth century, best known for his sculptures of horses with riders, of which in this museum I could discover and admire also the paintings characterized by bright colours and energetic lines.
(Waterproof ink liner, graphite and watercolour on Moleskine watercolour sketchbook 5"x8")

10 dicembre 2015

Luoghi di Firenze capitale: la Loggia al Piazzale Michelangelo


Inizialmente destinata ad accogliere una raccolta di calchi di opere di Michelangelo che si trovano fuori Firenze, la loggia costruita da Giuseppe Poggi fra il 1871 e il 1876 non ebbe mai questa funzione.
Abbandonata l'idea del museo monografico, fu infatti fin dagli inizi utilizzata come caffè ristoro.
In posizione defilata rispetto al piazzale Michelangelo, uno dei luoghi preferiti dai turisti che da qui godono di una vista straordinaria sulla città, si fa tuttavia notare per la sua eleganza e per il carattere monumentale, estremamente curato della sua architettura.
(Matita blu, acquerello, pastelli a cera acquerellabili e pennarello su carta Fabriano per acquerello).

Initially intended to accommodate a collection of plaster casts of Michelangelo's works that are outside Florence, the loggia built by Giuseppe Poggi between 1871 and 1876 never had this function.
Once the idea of a monographic museum was abandoned, it was in fact used as a refreshment bar since the beginning.

Concealed from view with respect to the Piazzale Michelangelo, one of the most beloved places by tourists who here can enjoy amazing views of the city, nevertheless it is remarkable for its elegance and for the monumental character of its architecture, extremely accurate.
(Blue pencil, watercolour, water-soluble wax pastels and ink liner on Fabriano  watercolour paper).